Torrenieri reagisce

Il Sindaco di Montalcino ha diffuso un comunicato in cui annuncia i primi due casi rilevati nel nostro comune, precisando che si tratta solo di oggetto di monitoraggio e non ci sono pericoli per ora. A seguire una serie di raccomandazioni per richiamare ancora una volta alla responsabilità civile. Qui si può leggere o scaricare l’avviso del Comune, mentre in quest’altro articolo c’è il messaggio vocale che il Sindaco ha diramato qualche giorno fa.

A Torrenieri la popolazione reagisce come può alla crisi del momento. In primo piano la Misericordia e la Protezione Civile che con tutti i mezzi a loro disposizione fanno il possibile per venire incontro alle esigenze di chi non può accedere alle necessità quotidiane. Davanti alle poche attività commerciali che ancora sono rimaste aperte, code di persone che, a debita distanza, attendono pazientemente il loro turno, entrando uno alla volta.

Il governo intanto ha modificato l’autocertificazione per gli spostamenti. Questa è quella nuova.

Il parroco ha diffuso una serie di preghiere in per chi, pur non potendosi recare in chiesa, non vuole comunque rinunciare a pregare. Le campane suonano comunque all’orario prestabilito, e chi vuole pregare può decidere di farlo virtualmente insieme ad altri alla stessa ora, o farlo quando vuole per conto suo. Le preghiere si possono leggere o scaricare anche da qui.

La polisportiva tenta di rallegrare i followers della propria pagina Facebook con videomontaggi cabarettisticie la palestra AssoGym mostra uno scherzoso video in cui si insegna a fare ginnastica a casa. Un modo come un altro per ammazzare il tempo.

La Pro Loco invita tutta la popolazione ad esporre, se ce l’ha, il tricolore davanti a casa e ad affacciarsi ogni sera alle 21:30 alla finestra o al balcone, per partecipare attivamente ad un flash-mob in cui si canterà una classica canzone italiana, seguita dall’inno nazionale. E se si sa che qualcuno in questi giorni compie gli anni, partirà inesorabilmente anche un coro di auguri per festeggiare il suo compleanno. Vedi qui gli orari e le canzoni dei prossimi giorni.

Nel frattempo alcuni dei nostri ragazzi, costretti in casa in zone completamente diverse, si ritrovano per fare un apericena, rigorosamente in videoconferenza. Questi sono i tempi del corona virus. Non si sa con certezza quando tutto questo finirà, ma finché possiamo abbracciamoci virtualmente e facciamo sentire che ci siamo. Per tutto il resto fate come lui.

#iorestoacasa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.