Lee ‘Scratch’ Perry sbanca a Torrenieri

Non succedeva da tanto che i parcheggi di Torrenieri fossero tutti occupati in occasione di un concerto. Il Teatro di Torrenieri, che quando nacque era uno dei più grandi ed importanti della provincia di Siena, ha ospitato ‘ai suoi tempi’ i maggiori artisti italiani e grandi interpreti internazionali. I momenti di gloria sono finiti con le nuove normative che costringevano a ridurre il quantitativo di pubblico e l’impossibilità di richiamare artisti di fama a causa del conseguente innalzamento dei costi, per cui la sala venne modificata per adeguarsi alle nuove esigenze. C’era voluto lo sforzo dell’ex comitato ‘Insieme per Torrenieri’ ora Pro Loco, per organizzare eventi teatrali di un certo livello e con altrettanta partecipazione. Ma un concerto no, quello mancava. Il “vecchio” Lee, quasi ottantaduenne, non ha deluso i suoi fans. Il suo reggae-dub arricchito dalla miscela di sound acquisito nelle sue innumerevoli collaborazioni con artisti di fama mondiale, ha scatenato l’euforia fra i partecipanti che, complice anche il prezzo del biglietto sono accorsi numerosi. Sembrava di essere tornati ai vecchi concerti, ci mancavano solo i tortellini a mezzanotte, una vecchia usanza del teatro. Certo, per motivi di sicurezza la quantità di pubblico non potrà più essere quella dei tempi d’oro ma questa sera il dancing l’Etoile era pieno come non succedeva da diversi anni. Il merito va anche a Cristian Bovini che ha voluto questo concerto e a “Un’ottima Annata”, una serie di rappresentazioni teatrali che, sotto la direzione artistica di Manfredi Rutelli, si concretizzano nel territorio del comune di Montalcino e che tendono a valorizzare anche le risorse delle singole frazioni. L’ex teatro di Torrenieri, o se si preferisce, Nuovo Teatro della Valdorcia, pur con le sue vicissitudini, è ancora un locale di rilievo come non ce ne sono tanti, per cui ben vengano le iniziative in tal senso. La risposta del Paese è stata chiara.

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.