Torrenieri devolve il ricavato della festa della donna a Casa Clementina

Anche se, come tutti sanno, la festa della donna è l’8 Marzo, le celebrazioni e festeggiamenti in favore del gentil sesso vengono di solito spostati al fine settimana più vicino al solo scopo di garantire una maggior partecipazione. Ed è E’ molto importante che ci sia grande partecipazione perché non sarà una festa come tutte le altre. Le donne di Torrenieri in questo caso l’hanno organizzata per Domenica 11 Marzo. Tutto il ricavato infatti, verrà devoluto al progetto “Casa Clementina” a cui sarà dedicato l’intero pomeriggio. Si comincia dalle 17:00 con il gruppo teatrale “Talenti tintinnanti” di Castiglione d’Orcia che leggerà una serie di brani dedicati alle donne. Seguiranno una serie di video e informazioni relative al progetto Casa Clementina ed infine la cena che vedrà la partecipazione attiva dei ragazzi della “Casa”. Ma cos’è Casa Clementina?

L’Associazione di volontariato Le Bollicine insieme alla Pubblica Assistenza di Siena e all’ASEDO (Associazione Senese Down), hanno dato vita a un progetto ambizioso, che offre l’opportunità di fare esperienze di vita autonoma all’interno di una vera e propria casa: Casa Clementina. Si tratta di uno dei primi progetti del genere in Italie e primo in assoluto a sopravvivere in totale autonomia economica.

Le Associazioni che lo gestiscono sono impegnate da oltre venti anni nella promozione di interventi a sostegno delle persone diversamente abili. Attualmente hanno consolidato una attività di rete sviluppando progetti rivolti alla autonomia personale e all’inserimento sociale, condividendo risorse umane e materiali. Lo sviluppo di una progettualità condivisa e la forte integrazione con il territorio, ha favorito la nascita di Casa Clementina, un appartamento situato a Siena in Via Mattioli 23, a Porta Tufi, dove ragazzi con disabilità sperimentano percorsi di autonomia personale e di vita indipendente. I fondi raccolti in crowdfunding serviranno a rendere più sicura e confortevole Casa Clementina, completando l’arredo di alcuni locali e creando uno spazio polifunzionale destinato ad attività di laboratorio accessibile anche alle persone con disabilità motoria.

Per info e prenotazioni vedi il volantino qui sotto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.