Post emergenza covid19

0

La lettera del sindaco ad associazioni, sanitari, cittadini, soccorso organizzato e forze di polizia.

Il sindaco Silvio Franceschelli: “Settori che saranno chiamati anche in futuro, così come lo è stato fino ad ora, ad essere la risorsa senza la quale non potremo continuare a parlare di Montalcino così come è conosciuto in tutto il mondo”. “Adesso sforzi comuni per tessuto economico, imprenditoriale e turismo”.

“Con questa sincera comunicazione, vogliamo ringraziare tutti coloro che a vario titolo si sono impegnati sul nostro territorio per la gestione dell’emergenza sanitaria da virus Covid-19 garantendo che tutti i servizi venissero svolti con puntualità, mettendo a disposizione una parte del loro tempo per la nostra collettività, oggi più che mai bisognosa dell’impegno dei singoli individui”. Inizia così la lettera che la Giunta comunale, a firma del sindaco Silvio Franceschelli, sta inviando in questi giorni a tutte le associazioni di volontariato, i sanitari, i cittadini, le forze di polizia e del soccorso organizzato che hanno dato un supporto fattivo durante l’emergenza Coronavirus. Un ringraziamento che sarà fatto recapitare attraverso una pergamena alla Confraternita di Misericordia di Torrenieri, alla Venerabile Confraternita di Misericordia di Montalcino, l’Associazione C.B. Ilcinus, alle Parrocchie territoriali, alla Polizia Municipale, Vigili del Fuoco, Corpo di Polizia Provinciale, Carabinieri Comando Compagnia di Montalcino e il Comando Stazione di San Giovanni d’Asso, ma anche a tutti coloro che hanno collaborato con il C.O.C della Protezione civile e che hanno operato parallelamente per far arrivare gli aiuti, in stretta collaborazione con il Servizio Sociale Territoriale.

“Adesso che si apre la fase della ripartenza – spiega il Sindaco Silvio Franceschelli – i nostri sforzi, come abbiamo definito con il Manifesto di Montalcino, dovranno andare verso un ulteriore qualificazione del tessuto economico ed imprenditoriale del nostro territorio, incentivando con tutte le nostre forze i settori del turismo, del commercio e del terziario avanzato. Settori che saranno chiamati anche in futuro, così come lo è stato fino ad ora, ad essere la risorsa senza la quale non potremo continuare a parlare di Montalcino così come è conosciuto in tutto il mondo. Come Amministrazione comunale continueremo a fare la nostra parte e speriamo di poter contare ancora una volta sull’impegno individuale e collettivo di ognuno dei nostri concittadini, per poter pensare e ridisegnare insieme Montalcino che rinasce, affinché nessuno rimanga mai indietro”.

I servizi offerti sono stati tanti e differenti: dall’assistenza alle persone sanitariamente bisognose, ai non autosufficienti, dalla raccolta e distribuzione di generi alimentari attraverso i pacchi alimentari de “La bottega solidale” di Torrenieri alla produzione e distribuzione gratuita di mascherine per tutti i cittadini; senza dimenticare le donazioni, il lavoro di coloro che da imprenditori e commessi hanno tenuto le attività aperte consentendo a tutti di approvvigionarsi, le forze dell’ordine, i dipendenti comunali e tutti i cittadini che tramite la loro compostezza ed educazione hanno agito con responsabilità, rispetto e tutela della comunità. “Un ringraziamento particolare – conclude la lettera – lo dedichiamo a tutti gli operatori della sanità, ai professionisti e volontari del nostro 118, ai volontari delle misericordie, ai nostri medici di famiglia, agli operatori sanitari del nostro presidio e della RSA, agli psicologi, i quali sono stati la nostra “resistenza” di fronte ad un nemico tanto invisibile quanto insidioso per tutti ed in particolare per i più deboli. La nostra comunità è stata distante ma unita, questa è la forza del nostro “grande” Comune di Montalcino”.

0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.