Carnevale sulla Francigena

Sabato 10 febbraio si è svolto per il secondo anno consecutivo il corteo mascherato organizzato dalla Pro Loco di Torrenieri. Quest’anno ad attenderli nella piazza del mercato c’erano gli animatori di “giocolenuvole” che hanno divertito grandi e piccini fino a tarda sera quando, come consuetudine è stato simbolicamente bruciato il “Neno”

Di seguito riportiamo il commento di Daniele Iacomoni, un amico appassionato della Valdorcia che ha partecipato a diverse manifestazioni di Scarpe Diem. Chi meglio di lui può descrivere con gli occhi di un visitatore quello che è stato.

Di seguito pubblichiamo anche alcune sue foto che scattato durante la serata. Per vederle tutte potete andare sulla sua pagina Facebook all’indirizzo in fondo all’articolo.

“Per l’ultimo sabato di Carnevale, la Pro Loco Torrenieri ha presentato per il secondo anno consecutivo, in strada, l’iniziativa “Francigena in Maschera”. Luogo di ritrovo, la stazione ferroviaria, la quale, benché dismessa dal 1994 con la soppressione della linea Asciano-Monte Antico, ha conservato un ruolo identitario molto forte nella locale comunità, al punto che a metà maggio ci si celebra la “Festa del Treno”. Da qui è partito il corteo mascherato costituito per lo più da bambini ma non solo , che è poi giunto nella Piazza del Mercato dove ha avuto luogo il vero e proprio carnevale con l’animazione per i bambini a cura di “GiocoleNuvole”, con giochi, baby dance, balloon set, trucchi e tatuaggi: la Pro loco non ha fatto mancare un punto di ristoro con dolci di carnevale. Il tutto è avvenuto in un freddo polare, con temperatura diventata molto rigida non appena che il sole è tramontato. Ciò, naturalmente, poco ha influito sull’allegria e sul lieto animo dei bambini mascherati, che sono stati presentati uno ad uno ed invitati ad una sorta di mini sfilata. Il tutto, sotto lo sguardo di Neno, la maschera torrenierese, il cui fantoccio è stato poi dato alle fiamme (che lo hanno però in parte risparmiato) per salutare, con questo falò simbolico, il periodo carnascialesco.”

Pagina dell’evento su Facebook:

https://www.facebook.com/events/984841515000729/