Misericordia

 

Festa della Misericordia di Torrenieri

Tutto quello che facciamo è una goccia nell’Oceano, ma se non lo facessimo, l’Oceano avrebbe una goccia in meno…

Motivi diversi animano le persone ad avvicinarsi ad un’associazione di volontariato, c’è chi è mosso dal desiderio di sentirsi utile, chi vuole conoscere ed incontrare altre persone, vivere un’esperienza di condivisione diversa, c’è chi ha vissuto il dolore e sa quanto possa essere difficile stare soli in quel momento. In molti ci avviciniamo a realtà senza avere bene in mente quanto saremo in grado di aiutare se stessi ed il prossimo, poi arriva il momento in cui ci sentiamo una piccolissima “goccia” in un Oceano un po’ troppo grande, ma quella goccia, se si osserva con amore, è proprio fatta del colore degli occhi della persone soccorse, è celeste, marrone, verde. La nostra missione è proprio quella di soccorrere, di venire in aiuto alle persone che si trovano in una situazione di disagio; ci sono molti modi per venire in soccorso: si può prestare servizio su un mezzo attrezzato, sull’ambulanza, essere presenti al banco alimentare e molto altro ancora, si può decidere di fare tutte queste cose con il sorriso.

La Misericordia di Torrenieri
 
 

L’Orto Urbano di Torrenieri

Ovvero

Come trasformare un’area non utilizzata in un centro di aggregazione sociale.

Oltre il piazzale laterale della stazione, dopo quella che era la palazzina del Reparto Lavori, ora sede della misericordia di Torrenieri, racchiuso fra la ferrovia, l’ex molino Batignani e ciò che rimane di quello che un tempo era un deposito locomotive, c’è un ampio spiazzo di verde in cui crescevano solo fastidiose erbacce. E allora perché non utilizzare questo spazio per altri scopi? Da qui l’idea della Misericordia di Torrenieri e degli studenti delle scuole del comune di Montalcino, di presentare il progetto “Orto Urbano”, con il chiaro intento di recuperare e rendere fruibile a tutti un’area altrimenti inutilizzata. L’intento è quello di creare un centro di aggregazione dove promuovere anche eventi e manifestazioni, oltre a concedere sia a scuole che a privati cittadini o chiunque ne faccia richiesta, degli spazi assegnati da gestire nel rispetto delle regole fissate dall’associazione. Il progetto è patrocinato dal comune di Montalcino con la partecipazione dell’istituto comprensivo Insieme, dell’associazione Aruspice di Siena e dell’Unione Comuni della Val di Merse.