Scarpe Diem Torre torna con un nuovo interessante evento culturale.

I giorni di Postumia

Correva l’anno 148 a.C. quando il console romano Postumio Albino decise di costruire una lunga strada e di battezzarla, come da tradizione, col suo nome. Aveva un progetto ambizioso, collegare via terra i due porti più importanti del nord, Genova e Aquileia, cioè Tirreno e Adriatico, e per realizzarlo stese una lunga linea di pietre attraverso tutta la Gallia Cisalpina, al secolo la Pianura Padana.
Ma non tutte le vie sopravvivono alla storia, alcune decadono e vengono spinte giù nel limbo delle strade dimenticate; ma sotto l’asfalto, sotto le fabbriche e i centri commerciali, sotto i campi coltivati a mais, uva e frumento quelle arterie ancora pulsano reclamando il diritto ad essere ricordate.
Un Cammino, il desiderio di libertà, la voglia di un uomo di assaporare secoli di storia, le strampalate incursioni di un alter ego ingombrante: tutto questo è I giorni di Postumia, il diario di un viaggio in solitaria lungo un tracciato antichissimo, un vivido racconto day by day dove le emozioni, la fatica, le disavventure e gli incontri si amalgamano perfettamente con la storia di un’antichissima strada e dei luoghi che tuttora, invisibilmente, attraversa.

Scarpe Diem Torre torna con un nuovo interessante evento culturale. Da tempo ormai il gruppo oltre alle camminate nei nostri splendidi dintorni promuove la conoscenza di altre realtà attraverso scambi culturali e presentazione di libri di autori/camminatori che condividono le loro stesse esperienze. Proprio in quest’ottica, in chiusura di questo 2017 di cultura, martedì 5 dicembre presso la Biblioteca del Circolo Arci di Torrenieri  l’autore Andrea Vismara presenterà il suo ultimo libro “I giorni di Postumia” e lo commenterà con il professor Raffaele Giannetti. A fine presentazione verrà quindi offerto un aperitivo a tutti i partecipanti.

 

 

Il “Bestiario Stradale”

Da un’idea del professor Raffaele Giannetti in collaborazione con Scarpe Diem e la Pro Loco di Torrenieri nasce un interessante documento culturale in cui, analizzando il tratto della via Francigena relativo a Torrenieri, è stata considerata la possibilità di discutere di certi toponimi sovrapponendo ad essi le caratteristiche simboliche di alcuni animali, curati graficamente dall’architetto Lavinia Antichi. Ecco, dunque, il nostro bestiario stradale. 

BESTIARIO SIMBOLICO

Lungo il tratto torrenierese della via Francigena si incontrano luoghi e nomi di grande suggestione per il viandante: ne viene fuori una sorta di bestiario simbolico e toponomastico che ci ricorda le fiere dantesche: l’oca, il gallo, l’asino e il capro.

Leggi tutto il bestiario stradale

 

LENTO PEDE passi e parole con gli autori

Torrenieri continua a proporre interessanti iniziative volte a rivalutare il tratto di Francigena che lo interessa più da vicino. Da sempre infatti si assiste ad un incessante passaggio di pellegrini che lentamente attraversano il centro del paese, oggi reso ancora più bello dalla recente ristrutturazione (leggi l’articolo)

 

 

Godiolandia

 8.10.2017 Godiolandia!
una giornata diversa all’insegna dell’avventura, del divertimento, alla scoperta del nostro bellissimo territorio! tante persone e soprattutto tanti bambini e ragazzi… (leggi l’articolo)

 

 

 

 

 

Al chiar di luna…

L’otto luglio. La Luna ci attendeva e come sempre ci ha regalato giochi di luce e prospettive da immortalare. Ma se non avevate la macchina fotografica a portata di mano potete rivedervi questo breve filmato. 

(Guarda il video).

 

Scarpe diem a tutti

 

 

Solstizio di San Giovanni

La passeggiata ha avuto luogo nella tarda serata del 23 di giugno, in attesa dell’arrivo del giorno 24. Il percorso che si snoda lungo il tratto di Francigena, fra le soste sigericiane XII e XIII (San Quirico e Torrenieri) ha i suoi punti di interesse soprattutto intorno ai due torrenti Asso e Tuoma, che sono due attraversamenti sulla via stessa. Sono state studiate le erbe, si è parlato delle vecchie tradizioni della festa e mimata qualche divinazione propiziatoria per il nuovo semestre che sta arrivando.

Un progetto originale di valorizzazione storico-culturale del luogo è stata illustrata in una relazione del Prof. Raffaele Giannetti, basata sulla “cultura del ponte”. Torrenieri non è solo un luogo della Francigena, ma anche un luogo speciale in quanto ha un ponte. E il ponte ha, in generale, per la sua natura di rito di passaggio, una storia bellissima e antichissima.
Ciò può dar luogo a una nuova ricerca intorno ai motivi della viabilità connessa ai ponti lungo la storia e permetterà di recuperare antiche immaginazioni di quella che abbiamo chiamato “cultura del ponte”. A questa straordinaria parte dell’immaginario si lega anche la festa del solstizio estivo, la grande festa legata all’attraversamento rituale del ponte, cioè la ricorrenza di San Giovanni Battista. In questa occasione abbiamo riscoperto anche la ricerca delle erbe magiche che si dispone proprio sopra al superamento del fiume che è metafora della nostra vita. (Guarda il video).

 

Ombre in cammino

Mercoledì 21/6 abbiamo festeggiato il solstizio d’estate con una camminata lungo la Francigena, fino ad arrivare al Podere Gambocci, dove il gruppo del Laboratorio Teatrale ha eseguito una breve rappresentazione. 
A seguire un brindisi di benvenuto all’Estate! Offerto da Scarpe diem.
Scarpe diem a tutti

 

 

Torrenieri incontra l’autore Paolo Ciampi

Giovedì 15 giugno a Torrenieri c’è stato l’incontro con l’autore Paolo Ciampi.

Organizzata dall’Associazione Culturale Scarpe Diem di Torrenieri, il 15 giugno alle ore 17,30, presso la Sala della Associazione Polisportiva Torrenieri, per l’iniziativa culturale “Incontro con l’Autore”, ha presentato la sua ultima opera il giornalista e scrittore Paolo Ciampi, che altre volte ha presentato i suoi libri di viaggio nelle iniziative di Scarpe Diem, a Torrenieri.: ricordiamo “L’Olanda è un fiore” e “La Strada delle Legioni”.

Questa volta Paolo Ciampi ha presentato… (leggi l’articolo)